"La fase transitoria che dovrà portare alla cosiddetta transizione ecologica green deve avvenire con tempi e modi che non creino problemi ai cittadini e alle imprese. Esattamente il contrario di quel che prova a fare al Parlamento europeo la sinistra, che vorrebbe escludere il gas e il nucleare dalla tassonomia nella fase transitoria, come ha invece previsto la Commissione Europea. Come Lega Gruppo ID faremo di tutto per evitare che l'ideologia abbia la meglio sul principio di realtà e necessità dei cittadini europei". Lo afferma in una nota il parlamentare europeo della Lega Gruppo ID Matteo Adinolfi. 


"L'ideologia ambientalista acceca la sinistra che dimentica i costi elevatissimi della transizione energetica, incrementati dalla guerra in corso in Ucraina. L'obiettivo della decarbonizzazione previsto dal Green Deal europeo non può essere raggiunto se nella fase transitoria non si utilizza il buonsenso e il realismo. E questo include la necessità di permettere ai Paesi di utilizzare il gas e il nucleare.

Come Lega Gruppo ID lavoreremo a Bruxelles in modo instancabile per limitare i danni e dare una speranza vera di ripresa alle economie dei Paesi UE. Il gas e il nucleare di quarta generazione vanno inclusi nella tassonomia e senza una fase graduale di abbandono del carbone, gestita con intelligenza e pragmatismo, l'Europa rischia guai seri di natura economica e sociale".