Si torna al voto il 4 settembre in 22 sezioni per scegliere sindaco e consiglieri comunali. In queste settimane i partiti e le liste che si erano presentate al voto del 3 e 4 ottobre 2021 hanno riavviato la macchina elettorale partendo da calcoli matematici a volte semplici, altre volte complessi, facendo sottrazioni e ragionamenti per capire quale sarà lo scenario da cui ripartire, a bocce ferme. 94 sezioni su 116, infatti, sono sigillate e il loro responso è chiaro. Le altre 22 possono davvero decidere il vincitore della contesa?

Senza i voti delle 22 sezioni Vincenzo Zaccheo e Damiano Coletta ripartono da queste percentuali: 47,77% a 35,97%. Solo loro possono contendersi la vittoria, intesa per Zaccheo nel portare a casa al primo turno l'amministrazione o per Coletta di ripetere l'exploit di 11 mesi fa, costringendo il centrodestra a un nuovo ballottaggio. Gli altri candidati alla carica di sindaco sono matematicamente fuori ma devono comunque cercare voti per mantenere gli scranni conquistati (vale in particolare per Annalisa Muzio di Fare Latina e Gianluca Bono di M5S). La vittoria del centrodestra come numeri di lista, nemmeno togliendo le 22 sezioni è a rischio: le liste della coalizione che sosteneva Zaccheo sono abbondantemente sopra il 50% dei consensi. Tocca al candidato sindaco recuperare quei 1700 voti che mancavano al primo turno. Attenzione però: quella cifra va presa con le molle perché abbastanza improbabile che al voto del 4 settembre si presentino tutti gli elettori che ci andarono nel 2021. L'affluenza sarà probabilmente molto contenuta. In questo senso per vincere, abbassandosi il numero dei votanti, a Zaccheo potrebbero essere "sufficienti" non più di 800 voti rispetto a quei 1700. Non semplice, intendiamoci. Ma nemmeno impossibile.

Se il centrodestra con Zaccheo dovrà fare una partita d'attacco, Damiano Coletta può invece difendersi cercando di confermare i consensi presi e magari regalare qualche contropiede per aumentarne qualcuno e arrivare così al ballottaggio. Il ragionamento del minor numero di votanti può favorire o penalizzare tutti i contendenti, ovviamente.

Fondamentali sarà, per tutti, il ruolo dei partiti: Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Pd sono quelli che hanno le chance maggiori di portare elettori al voto.
Queste le sezioni un cui sarà rinnovato il voto: 103 Via Botticelli24 Piazza Moro40 44 Pizza Manuzio94 Lgo Cimarosa98 Via Cilea95 Via De Chirico106 Borgo Piave60 107 Borgo Isonzo64 Borgo San Michele68 69 Chiesuola75 76 109 Latina Scalo73 ICOT81 Borgo Podgora83 Borgo Montello85 Borgo Bainsizza86 Borgo Santa Maria110 Borgo Sabotino. In gran parte, tutte ubicate nei borghi, dove il centrodestra ha il suo bacino di riferimento. La partita è iniziata, la campagna elettorale di Ferragosto sarà decisamente inedita. Il primo obiettivo sarà quello di spiegare agli elettori che devono tornare a votare.