Latina nel Cuore smentisce categoricamente suggestioni giornalistiche che ipotizzano scenari collaborativi con il Sindaco Coletta. "Latina nel Cuore, nel ringraziare Vincenzo Zaccheo per lo sforzo profuso a favore di tutto il centro-destra e l'ottimo risultato elettorale ottenuto, riafferma la volontà di procedere con la sfiducia nei confronti del neoeletto Sindaco Coletta, così come chiaramente affermato nella conferenza stampa del centro-destra in data 25 luglio 2022 alla presenza dei segretari regionali di Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia e Unione di Centro - si legge nella nota del movimento - "Latina nel Cuore" chiede conseguenzialità di azione e coerenza politica".

"A tal fine chiediamo l'immediata convocazione del Consiglio Comunale per la sfiducia al neo Sindaco Coletta. In questo anno di esperienza amministrativa, il nostro impegno per contribuire al rilancio della città attraverso idee e proposte è stato massimo, ma il confronto con chi non sa cosa sia la programmazione è stato vano. I disastri dell'amministrazione Coletta sono sotto gli occhi di tutti, persino il Commissario ha ottenuto più risultati in appena 60 giorni di lavoro rispetto agli ultimi sei anni di governo Coletta. Denunciamo il tentativo del neo Sindaco Coletta di fare campagna acquisti nel campo del centro-destra pur di mantenere la poltrona. Coletta prenda atto della incapacità ed impossibilità di governare la città. Le sue dimissioni, queste si, sarebbero un atto di responsabilità nei confronti di Latina. Latina nel Cuore rimane convintamente alternativa a Coletta negli interessi della nostra città e dei suoi stupendi borghi. Per le imminenti elezioni politiche del 25 settembre daremo il nostro sostegno alla coalizione del centro-destra in una visione e un orizzonte unitario che inizia da un dato imprescindibile: la sfiducia al Sindaco Coletta. Per il bene della città di Latina".