Il deputato Aboubakar Soumahoro si è autosospeso ieri dal gruppo di Alleanza Verdi Sinistra all'esito di un confronto con Angelo Bonelli, Nicola Fratoianni e Luana Zanella sulla vicenda della cooperativa Karibù, per la quale è indagata la suocera dello stesso Soumahoro, Marie Therese Mukamitsindo, nei confronti della quale la Procura della Repubblica di Latina ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di malversazione.
«Aboubakar ci ha comunicato con la massima libertà la decisione di autosospendersi dal gruppo parlamentare di Avs - hanno reso noto i responsabili del gruppo - Rispettiamo questa scelta che, seppur dovuta, mostra la grande considerazione che Abubakar Soumahoro ha delle istituzioni e del valore del'impegno politico per promuovere le ragioni delle battaglie in difesa degli ultimi che con lui abbiamo sempre condiviso».
Stando a quanto riferiscono Bonelli, Fratoianni e Zanella, Aboubakar è parso sereno e determinato, ed ha annunciato l'intenzione di rispondere punto su punto a tutto ciò che di lui è stato scritto nell'ultima settimana sui giornali, ribadendo la sua totale estraneità alle vicende che oggi vedono indagata la suocera.
Sull'attività di Marie Therese Mukamitsindo, presidente della cooperativa sociale Karibù che insieme al Consorzio Aid si occupa di accoglienza agli immigrati e di centri per minori non accompagnati e di progetti contro il caporalato, stava indagando da mesi l'Ispettorato del Lavoro di Latina, dopo una serie di vertenze sindacali aperte da lavoratori dipendenti della cooperativa che lamentavano il mancato pagamento degli stipendi.