"La Provincia ha compito un ulteriore passo avanti nella modernizzazione degli strumenti che regolamentano il funzionamento dell'ente e dei suoi organismi. Con l'approvazione del nuovo Regolamento per il funzionamento del Consiglio provinciale colmiamo un evidente vuoto considerato che le norme attualmente in vigore risalgono al 2004 e risultano quindi ampiamente superate e non al passo con le diverse esigenze dell'amministrazione". Lo dichiara il Presidente della Provincia Gerardo Stefanelli dopo il via libera dell'assise al documento. Il Regolamento si compone di 59 articoli ed aggiorna completamente quello sulla scorta delle disposizioni della legge Del Rio che ha ridimensionato funzioni e competenze delle Province.

"Questo documento – aggiunge Stefanelli - rappresenta uno dei punti principali delle linee del mio mandato da presidente perché ridefinisce ruoli e funzioni dello stesso presidente, dei consiglieri e delle Commissioni sulla scorta delle radicali modifiche intervenute con la legge Del Rio nell'assegnazione dei poteri alle Province. Uno strumento al passo con i tempi per rendere più efficiente l'azione amministrativa così come richiesto dalle norme più recenti: se nelle intenzioni di quelle norme l'ente doveva sparire oggi siamo invece chiamati a governare il cambiamento alla luce degli eventi recenti e del Covid che ci ha obbligato a ripensare il modello di sviluppo introducendo anche la modalità di lavoro da remoto. Tra le novità contenute nel testo – conclude – c'è infatti anche quella relativa alla riunione del Consiglio in videoconferenza, una modalità introdotta in conseguenza della pandemia e dettata dall'esigenza di limitare i contatti, che sarà consentita in particolari circostanze. E che comunque appariva necessaria".