Se qualcuno ha in testa che Pro Loco e Comune di uno stesso paese, debbano procedere fianco a fianco con l'intento condiviso di promuovere il territorio, a Maenza sarà costretto a ricredersi. A pochi mesi dalla conclusione del procedimento scaturito da una prima denuncia, il presidente della Pro Loco, Carlo Pietrocini, ha denunciato il sindaco Claudio Sperduti per la seconda volta e non è per nulla scontato che possano seguire nelle prossime settimane altre azioni giudiziarie tra le parti. A rivelare questa seconda denuncia subita è proprio Claudio Sperduti che spiega: "Resto basito da questo nuovo procedimento richiesto dal presidente della Pro Loco nei miei confronti. Noto che questa seconda denuncia è stata depositata il giorno seguente alla scadenza dei termini che mi avrebbero permesso di rifarmi a livello giuridico contro lo stesso Pietrocini, all'indomani dell'archiviazione definitiva del primo procedimento. Mi dispiace soprattutto che, ancora una volta, essendo stato denunciato come sindaco di Maenza, per la difesa il Comune sarà chiamato a sostenere ancora spese legali". La denuncia, che Sperduti rende pubblica, è stata mossa da Carlo Pietrocini lo scorso 14 dicembre (l'archiviazione definitiva della precedente avvenne il 16 settembre 2022) presso la Caserma dei Carabinieri di Maenza. Il reato contestato è quello di diffamazione che si sarebbe concretizzata proprio con il post che il sindaco Sperduti, il 20 settembre 2022 dedicò all'archiviazione definitiva della prima denuncia, decisa dal GIP anche di fronte all'opposizione dello stesso Pietrocini.