Frattura grave a Gaeta tra Fdi e Forza Italia. Questa mattina il sindaco Leccese ha cacciato l'assessore Mario Paone, espressione di Fdi. 

"Vorremmo sapere quale sia la posizione di Forza Italia sulla revoca dell'assessore Mario Paone decretata oggi dal sindaco di Gaeta Cristian Leccese. Si tratta di un fatto gravissimo nei riguardi di un assessore che rappresenta in giunta Fratelli d'Italia, il quale ha onorato con diligenza i propri impegni nei confronti della coalizione di centrodestra e dei cittadini di Gaeta. Un fatto ancor più rilevante perché avviene nel corso di una difficile campagna elettorale regionale che ha come avversario la sinistra e il suo malgoverno". Lo dichiarano in una nota il portavoce regionale di Fratelli d'Italia, l'Onorevole Paolo Trancassini e il coordinatore provinciale del partito, il Senatore Nicola Calandrini

"Ribadiamo la nostra lealtà nei confronti dei partiti del centrodestra che stanno lavorando per conquistare la Regione Lazio e con i quali governiamo l'Italia. Riteniamo però la rimozione dell'assessore Paone un atto ingiusto, politicamente grave e sbagliato – concludono Trancassini e Calandrini - I vertici di Forza Italia a tutti i livelli devono chiarire la loro posizione per risanare al più presto questo strappo che rischia di trasformarsi in un regalo imperdonabile ai nostri avversari. Cogliamo l'occasione per esprimere la nostra vicinanza umana e politica all'assessore Paone e al coordinatore comunale del partito Marco di Vasta che stanno lavorando con rigore e lealtà per Gaeta e che non hanno mai messo, in alcun modo, in discussione il leale rapporto tra le forze della coalizione".

Pare si tratti di una vendetta dovuta al fatto che Fdi sta implementando la campagna elettorale a Gaeta per Fratelli d'Italia dove Cosimo Mitrano voleva fare il pieno. La vendetta è specifica verso Enrico Tiero che pochi giorni fa ha aperto il suo point in pieno centro, in piazza traniello.