"L'era dei signori del no è finita, adesso è il momento di rilanciare il Paese realizzando le infrastrutture necessarie. E questo territorio è tra quelli che ne hanno maggiormente bisogno". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini a margine dell'evento organizzato oggi in Camera di Commercio a Latina. Un incontro a cui hanno preso parte i rappresentanti del mondo produttivo e sindacale e nel quale l'attenzione massima è stata dedicata proprio al gap infrastrutturale che attanaglia la provincia di Latina e in generale il sud del Lazio. 

Il ministro Matteo Salvini è arrivato preceduto dall'eco delle due novità delle ultime ore, ossia la nomina del commissario per l'autostrada Roma-Latina e lo sblocco di oltre 300 milioni di euro per avviare i lavori del primo lotto della Cisterna-Valmontone, ossia la bretella di collegamento tra la provincia pontina e l'autostrada A1. Opere attese da quasi trenta anni. "Roma-Latina, Pedemontana a Formia, Tav, alta velocità, Ponte sullo stretto: si tratta di opere di cui il Paese ha bisogno e rispetto alle quali la mia intenzione è quella di viaggiare spediti, superando gli ostacoli che dividono dall'avvio dei cantieri". Salvini si è concentrato molto, parlando con gli imprenditori presenti, sulla riforma del codice degli appalti: " Il nuovo Codice degli appalti, assicura Salvini, "entro il 31 marzo verrà a approvato": "Il dibattito parlamentare è sacro", ma se ci sarà qualche modifica parlamentare "sarà per tagliare qualche passaggio, non per appesantire. Il futuro dell'Italia si gioca nei prossimi 6-7 anni. Semplificare, velocizzare, tagliare la burocrazia: sono questi i principi ispiratori che mi hanno guidato nel mettere mano alla nuova stesura del Codice degli appalti. Abbiamo davanti anni di opportunità straordinarie dal Giubileo a Roma nel 2025 alle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 fino alla candidatura per Roma a Expo 2030. Sarà una sfida e il taglio della burocrazia dovrà essere il nostro obiettivo". Su Expo 2030 ha sottoilineato come "anche i territori del Lazio come Latina e Frosinone potranno beneficiare di questa importante manifestazione e dell'indotto che creerà. Per questo caldeggiamo la candidatura della capitale". 

L'ultimo passaggio sull'autostrada  Roma-Latina: "Entro l'estate, ossia entro giugno, i cittadini avranno costi, tempi e modalità di realizzazione dell'autostrada Roma-Latina. Per questo abbiamo messo il commissario che saprà accelerare i tempi. Penso che finalmente, dopo tanti anni di chiacchiere, i cittadini finalmente toccheranno con mano i cantieri".