La coalizione è unita e coesa. L'altra sera all'hotel Europa lo hanno pubblicamente garantito i leader principali di Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega. I piccoli screzi che possono esserci in alcune realtà locali non inficiano la compattezza della coalizione che sostiene Francesco Rocca per la presidenza della Regione Lazio. E pazienza anche se in quasi tutti i comuni del territorio pontino e anche in Provincia, il centrodestra non amministra mai con la composizione che attualmente punta a guidare il Lazio.

All'hotel Europa domenica sera c'erano due coordinatori regionali su tre: Paolo Trancassini per Fratelli d'Italia e Claudio Durigon per la Lega. Trancassini ha detto che «non c'è disomogeneità, siamo compatti e coesi attorno al nostro candidato presidente e siamo certi che dal 14 febbraio governeremo con impegno unanime la Regione, facendo dimenticare questi 10 anni di pessimo centrosinistra». Le diatribe locali, dunque, come quella di Gaeta, non preoccupano Trancassini, che spiega: «Ovvio che possono esserci differenze di vedute o piccoli problemi a livello locale, ma posso assicurare che siamo uniti in Regione Lazio e lo saremo alle amministrative». Proprio quelle saranno il banco di prova, col centrodestra che vuole riconquistare la guida di Latina, Aprilia e Terracina.

Claudio Durigon, per dimostrare che non ci sono gelosie, spende parole di elogio per Nicola Procaccini «che è stato in corsa con Francesco Rocca per la candidatura a presidente a testimonianza di quanta classe dirigente affidabile abbiamo in provincia. E lo dico riferendomi a un esponente non del mio partito. In provincia, nonostante quello che spesso leggo sui giornali, posso assicurare che siamo molto più compatti che in passato. Abbiamo una visione unitaria, vogliamo vincere le elezioni e restituire al Lazio una guida politica affidabile, in grado di risolvere i tanti problemi che ci sono, alcuni aggravati da dieci anni di centrosinistra. E ovviamente vogliamo portare il buon governo anche nei comuni che votano in primavera. Avremo candidati sindaco forti, affidabili. E vinceremo».
Per Forza Italia non c'era Claudio Fazzone, coordinatore regionale, ma ci ha pensato comunque il coordinatore provinciale Alessandro Calvi a chiarire quali sono le posizioni del partito e della coalizione. «Non ci sono divisioni, siamo pronti ad affrontare questi appuntamenti elettorali in modo determinato per portare a casa la vittoria. Chiaramente i candidati al consiglio puntano a raccogliere consensi personali, ma l'obiettivo di tutti è far vincere la coalizione, far trionfare Francesco Rocca e il centrodestra. Stesso discorso ci sarà alle comunali, dove tutti abbiamo ambizioni e dove troveremo la soluzione migliore per ogni comune in cui si voterà. Perché uniti non temiamo nessuno».