Idee chiare. Chiarissime. Progetti, iniziative e tanta voglia di lavorare per la città delle dune, rilanciando turismo ed economia con grande attenzione rivolta verso i giovani e il lavoro. E' stata questa la sensazione trasmessa dal candidato sindaco Giovanni Secci ai cittadini di San Donato e Bella Farnia nel corso dell'incontro dell'altra sera. "Noi che viviamo nei borghi siamo stati abbandonati completamente dal Comune. Il degrado incombe. Siamo stufi e abbiamo voglia di vedere rinascere la nostra Sabaudia per dare un futuro alla nuova generazione". Fiduciosi, combattivi e decisi i residenti di San Donato e Bella Farnia hanno espresso stima e apprezzamento al candidato azzurro.

Esperienza, professionalità e amore per Sabaudia sono gli assi nella manica di Giovanni Secci. "Chi meglio di un tecnico che da oltre 30 anni svolge la professione di geometra può riportare Sabaudia ad essere un bijoux". Così hanno commentato i presenti a San Donato dopo avere ascoltato progetti e tempistiche. Numerose anche le garanzie fornite del candidato Secci su ciò che verrà portato a termine nei primi cento giorni del suo mandato, se riuscisse ad amministrare Sabaudia. Ora la decisione di dare una svolta alla città delle dune è nelle mani dei cittadini quando l'11 giugno verranno chiamati alle urne. I prossimi appuntamenti fissati nel calendario del candidato azzurro sono: 12 aprile, ore 21 incontro con i cittadini di Mezzomonte – Molella; 13 aprile, ore 17 associazioni; 18 aprile ore 21 incontro con i cittadini di Sabaudia - Sant'Andrea – Sacramento; 19 aprile, ore 18 diversamente abili; 20 aprile ore 18 pensionati; 21 aprile, ore 18 artigiani; 26 aprile ore 18 aperitivo con i giovani; 28 aprile ore 19 agricoltori.