Rendere Sabaudia una città senza barriere architettoniche. È questo uno degli obiettivi del candidato sindaco di Forza Italia Giovanni Secci, che nei giorni scorsi ha incontrato nell'info point a "Le Rondini" alcuni residenti diversamente abili che hanno illustrato i problemi che quotidianamente si vedono costretti ad affrontare. Problemi che sono noti da tempo, ma che ad oggi ancora faticano a essere risolti. Eppure l'integrazione sociale passa inevitabilmente anche attraverso la rimozione delle barriere architettoniche, così da garantire a chiunque la libertà di muoversi in città senza ostacoli.
«Se avrò la possibilità di amministrare Sabaudia - dichiara il candidato sindaco Giovanni Secci -, tra le mie priorità ci sarà l'accesso agli spazi urbani, da realizzare attraverso percorsi adeguati e la rimozione degli ostacoli per lo spostamento di disabili. La mia vittoria - aggiunge - sarà vedere sulle spiagge chi ha problemi di deambulazione. Anche i diversamente abili potranno andare al mare. Sabaudia avrà stabilimenti balneari con strutture ricreative attrezzate e accessibili a tutti, perché finalmente possa andare al mare, com'è giusto che sia, anche chi ha problemi di deambulazione proprio come accade in altre spiagge italiane».  Si tratta di uno dei punti che necessariamente faranno parte del programma del candidato sindaco, che nei prossimi giorni (28 e 29 aprile) incontrerà i giovani e gli agricoltori della città di Sabaudia per discutere di problematiche e strategie risolutive.