Approvato nel Consiglio Comunale di giovedì 27 aprile il rendiconto dell'esercizio finanziario del Comune di Itri relativo all'anno 2016. A relazionare sul bilancio consuntivo sono stati l'assessore di competenza Giovanni Colucci e il presidente della Commissione Bilancio e Programmazione Vittoria Maggiarra. Colucci ha ampiamente esposto all'assise comunale e alla collettività le risultanze di esercizio, dal saldo di cassa  pari a circa € 3.643.000,00 al risultato di competenza, al risultato di amministrazione che presenta un avanzo di circa € 1.600.000,00, agli investimenti in conto capitale per € 300.000,00.

Sottolineato dalla consigliera Maggiarra, invece, come la gestione finanziaria del Comune di Itri nel corso dell'intero anno 2016 sia stata condotta secondo i principi di prudenza e di effettività, ma anche e soprattutto secondo i criteri e i principi di coerenza con le disposizioni dettate in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio. "Abbiamo operato in totale trasparenza, con la massima attenzione al bene pubblico e, soprattutto, con la ferma volontà di dare ai cittadini tutti quei servizi e tutti quegli interventi tesi a migliorarne la qualità di vita" – ha affermato la consigliera - che ha altresì delineato un ampio excursus in ordine alle attività politico-amministrative poste in essere a far data dal mese di giugno 2016 (data di insediamento dell'amministrazione Fargiorgio).

Dall'attività regolamentare diretta a disciplinare e regimentare alcuni temi e materie di basilare importanza, all'attività legata all'approvazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione civile, all'attività volta a combattere il fenomeno del pascolo abusivo. E ancora, è stato rimarcato l'impegno  profuso  dall'amministrazione nello spostamento del mercato settimanale al mero fine di garantire l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica sia in termini di viabilità e sia in termini di salvaguardia dell'incolumità degli utenti-cittadini. Sono state indicate le somme (oltre € 426.000,00) per migliorare la qualità delle strutture scolastiche per opere di efficientamento energetico, miglioramento sismico, indagini diagnostiche e agibilità. Conclusivo e marcato l'intervento del sindaco Fargiorgio, che ha rilevato gli enormi sforzi compiuti nei primi sei mesi di mandato politico (giugno-dicembre 2016) per rimettere in piedi la macchima amministrativa e dare regolarità e legittimità a tante situazioni, di fatto, obsolete.

Rinviata, invece, con il voto unanime dei presenti, la discussione del Regolamento per l'istituzione degli ispettori ambientali volontari comunali, al fine di consentire una più approfondita e condivisa disamina dell'atto proposto.