E' entrata nel vivo anche a Ponza, in questi giorni di maggio, la campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative dell'11 giugno. In particolare, nelle scorse ore è intervenuto il candidato sindaco Francesco Ferraiuolo, che guida la lista civica "La casa dei Ponzesi".

«Quando l'insieme dei comitati e del gruppo giovanile mi ha coinvolto affinché accettassi la candidatura a sindaco di Ponza - ha evidenziato Ferraiuolo - ho ritenuto fosse un mio dovere civico mettere a disposizione della comunità le mie competenze e l'esperienza acquisita in questi lunghi anni, anche contemplando il sacrificio e la riduzione degli spazi di libertà personale e familiare che implica un impegno del genere».

L'intervento, divulgato con una nota stampa, ha spaziato anche su alcune idee del candidato sindaco e degli aspiranti consiglieri: «Tanti sono gli interventi da fare e per tutti esiste un serio progetto di sviluppo socioeconomico. Le tre macro-aree d'intervento, all'interno delle quali si snodano una serie di tematiche specifiche e ben spiegate nel programma elettorale, sono il Turismo, l'Ambiente e lo Stato Sociale. Le azioni che metteremo in atto sin da subito - ha concluso l'aspirante primo cittadino - riguarderanno l'ampliamento del porto di Ponza e realizzazione del porto turistico di Le Forna; la sistemazione dell'area ex Samip e sua riconversione ad attività turistiche, sportive e ricreative e l' avvio delle attività museali e bibliotecarie, con lo sviluppo delle attività culturali,il recupero delle tradizioni e la valorizzazione delle esistenze archeologiche e naturalistiche».