Pareti ammuffite, macchie nei soffitti e crepe che minacciano crolli di intonaco in alcune parti della struttura. Per gli uffici, così come sono messi in questo momento, c'è perfino il dubbio che «non siano praticabili». Con questa denuncia i consiglieri di Forza Italia e Noi con Salvini chiedono all'amministrazione comunale di Terracina di intervenire quanto prima per risolvere la situazione di disagio che si registra da ormai troppo tempo all'anagrafe della sede distaccata di Borgo Hermada. 

Nei locali di piazza IV novembre, accusano dai banchi della minoranza, le condizioni sono molto gravi nonostante gli uffici accolgano un'utenza di circa 10mila abitanti, poiché comprendono anche quelli della contrada La Fiora. I consiglieri Gianluca Corradini, Massimiliano Tocci, Ilaria Marangoni e Valentino Giuliani di Forza Italia, e Francesco Zicchieri di Noi con Salvini, hanno presentato un'interrogazione urgente al sindaco Nicola Procaccini. «Oltre alla situazione igienico-sanitaria - si legge nel documento - si fa notare quella precaria relativa alla sicurezza dei documenti e dei registri anagrafici».

È stato quindi chiesto di dotare la struttura di barriere protettive a tutela dei dipendenti e l'installazione di armadietti. Per concludere, le condizioni della sala matrimoni «impraticabile da diverso tempo, con un danno anche per le casse municipali». Ultimo auspicio di Forza Italia e di Noi con Salvini, l'impegno del sindaco Procaccini a mantenere la struttura attiva a Borgo Hermada, considerata anche l'importanza del servizio reso ai cittadini che vivono nella periferia della città.