"Ora c'è da affrontare la "battaglia più difficile". Con queste parole, Mario Savarese, candidato sindaco di Ardea per il MoVimento Cinque Stelle, ha iniziato a commentare il risultato elettorale che, seppure ancora parziale, lo vede al ballottaggio contro Alfredo Cugini. 

"Noi speravamo di arrivare al ballottaggio ma sapevamo di essere di fronte a una vera e propria 'corazzata'. Abbiamo improntato il nostro lavoro su progetti e sul rapporto con la gente. E questo è stato una svolta".

La riflessione va oltre. "Quello di ieri non è stato un voto di protesta vero e proprio: basti pensare ai tanti e inaspettati consensi ai nostri candidati consiglieri: oltre il 50% delle preferenze alla lista hanno visto l'indicazione dei nomi. Ciò ci rincuora, perché vuol dire che abbiamo fatto una buona campagna elettorale e siamo arrivati al cuore della gente, che ci ha dato fiducia".

Poi, un passaggio sul dato locale in controtendenza col nazionale. "Sento una doppia responsabilità: per prima cosa, in quanto Ardea è un grande centro e non un piccolo paese. E poi per i risultati che si profilano a livello nazionale e regionale. Questo ci fa pensare che abbiamo lavorato bene sul territorio: da cinque anni abbiamo un progetto che, oggi, speriamo di portare avanti con ancor più serenità".

Infine, due parole sul competitor: "Alfredo Cugini è una persona molto corretta e questo gli fa onore. Sono certo che lo sarà altrettanto in queste due settimane e spero che anche i suoi sostenitori siano come lui, non perdendosi con alcuni metodi che abbiamo visto negli ulitmi due giorni".