Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano è, anzi era, incompatibile. Almeno per quanto riguarda il primo mandato, quello relativo al 2012 e concluso nel 2017. Lo scrive chiaramente Raffaele Cantone, presidente del Consiglio dell'Autorità nazionale anticorruzione, nella determina scaturita al termine dell'adunanza del 14 giugno scorso. La delibera numero 642 riguarda l'incompatibilità  tra l'incarico dirigenziale del settore bilancio e finanze del comune di Fondi Mitrano e la sua carica di sindaco del comune di Gaeta. «Nel caso esaminato sussiste una situazione di incompatibilità degli incarichi di dirigente del servizio bilancio del comune di Fondi e di Sindaco del comune di Gaeta, avente una popolazione superiore a 15.000 abitanti, facente parte della medesima regione; il responsabile del Comune di Fondi, preso atto della rilevata situazione di incompatibilità, diffida, senza indugio, l'interessato ad optare tra i due incarichi incompatibili entro i 15 giorni successivi alla sua comunicazione, ovvero a richiedere l'aspettativa per incompatibilità; ove l'opzione non sia effettuata entro il termine perentorio di quindici giorni, dichiara la decadenza dall'incarico di dirigente e la risoluzione del relativo contratto».
Mitrano ha regolarizzato la prorpia posizione lo scorso 30 giugno. Ma nel corso del primo mandato era incompatibile