Tutto cambia perché nulla cambi. Si potrebbe prendere in prestito una frase di gattopardesca memoria per richiamare la vicenda della gestione degli impianti sportivi ormai cristallizzata nel tempo e ancora senza possibilità di soluzioni tempestive. Al momento l'unica certezza è che non saranno assegnate le strutture tramite bando fino alla fine del 2017, i tempi per farlo ancora non ci sono. Un anno fa la consiliatura Coletta si aprì proprio all'insegna di una polemica dell'opposizione legata allo sconto che il sindaco concesse alla Top Volley Latina per l'utilizzo del Palabianchini, la riduzione della tariffa oraria del 50%, un'opportunità prevista dall'articolo 6 del regolamento del 2010 «per società sportive che svolgano attività agonistica di vertice contribuendo a diffondere un'immagine positiva della città». Oggi come allora il sindaco, con decreto di fine giugno, ha concesso il Palabianchini per permettere l'iscrizione della società al campionato di Volley maschile Superlega A1 avvalendosi ancora una volta della riduzione oraria della tariffa prevista nel regolamento. Si tratta del 50% in meno, 30 euro l'ora anziché 60, che stavolta sarà previsto per le tre società maggiori della città: oltre alla Top volley bonus anche la Benacquista Assicurazioni Latina Basket e il Latina Calcio a 5.

L'approfondimento ora in edcola con Latina Oggi