I migranti che si trovano nei centri di accoglienza straordinaria di Aprilia si occuperanno della pulizia dei parchi e dei giardini della città. E' quanto ha deciso il Comune di Aprilia che, con la delibera di giunta 215 del 1 agosto, ha approvato lo schema dei convenzione de «La Nostra Città»: un progetto della cooperativa Karibu di Sezze (che gestisce i sei centri d'accoglienza straordinaria sul territorio) per cercare di integrare i richiedenti asilo. Si tratterà di un'attività di volontariato che vedrà i migranti impiegati nella pulizia delle aree verdi, sotto la supervisione di un coordinatore della Karibu e dei responsabili dei comitati di quartiere che vorranno aderire alla proposta. I volontari saranno a disposizione della varie realtà che ne faranno richiesta. «Abbiamo - spiega l'assessore ai Servizi Sociali, Eva Torselli - già incontrato i comitati e i consorzi ai quali abbiamo illustrato il piano, sempre nella logica di massima condivisione. E dopo il 20 agosto verranno ricontattati, per capire chi è interessato alla proposta».
E oggi l'assessore Torselli parteciperà all'incontro in Prefettura nel quale verrà stipulata la convenzione, visto che il progetto oltre ad Aprilia coinvolge anche i comuni di Terracina, Minturno, Priverno, Sermoneta, Maenza, Pontinia e Lenola.

Dettagli ora in edicola con Latina Oggi