Riaprire la clinica San Raffaele, evitare il trasferimento dei servizi sanitari verso altri Comuni e nel futuro ospedale dei Castelli Romani di Ariccia, riportare la farmacia nell'ospedale "Paolo Colombo" e provvedere a una ristrutturazione e messa in sicurezza del nosocomio di via Orti Ginnetti.
Sono queste le richieste che i consiglieri comunali d'opposizione - referenti di Fratelli d'Italia, Pdl, Forza Italia e Lista Live - hanno deciso di inviare al sindaco di Velletri, Fausto Servadio, e al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, chiedendo ai cittadini di sottoscrivere una petizione.
Tutto è avvenuto sabato mattina (5 agosto 2017), nel piazzale antistante l'ospedale "Colombo", dove gli esponenti di minoranza sono stati raggiunti da tantissimi cittadini che hanno deciso di solidarizzare coi manifestanti e sposare la causa della protesta.
«Bisogna tutelare tutte le strutture sanitarie veliterne, partendo dall'ospedale civile che va valorizzato - ha evidenziato, ieri mattina, il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Dario Di Luzio - Lo storico ospedale ‘Paolo Colombo', con tante professionalità e personale di assoluto livello, deve essere oggetto di investimenti da parte della Regione Lazio».
Soltanto alcuni giorni fa, i medesimi partiti avevano promosso una manifestazione davanti alla ex clinica San Raffaele, ormai chiusa da tantissimi anni. Anche in quel caso, svariati cittadini - attirati dalla presenza delle bandiere e dei cartelli-slogan (peraltro rinnovati in occasione della manifestazione, ndr) - avevano solidarizzato coi politici locali nel chiedere il potenziamento dei servizi sanitari.