E' stato il caso Manzi a tenere banco ieri nella seduta della commissione Trasparenza. La presidente Nicoletta Zuliani aveva convocato la seduta in via straordinaria per affrontare il nodo del dirigente rimosso dall'incarico dopo che la selezione con cui era stato assunto è stata dichiarata illegittima da una sentenza del Capo dello Stato. Sentenza che, adesso, il Comune vorrebbe impugnare in Cassazione e sta cercando di capire in che modo ciò sia possibile. Per questo, ieri, in sala commissioni, c'era il dirigente dell'Avvocatura comunale Francesco Di Leginio il quale però ha sottolineato di non essere ancora in grado di dare una risposta e ha rinviato ogni chiarimento a martedì prossimo. Dal canto suo il vicesindaco Paola Briganti, presente in commissione, ha detto che la giunta ha dato il proprio ok al ricorso in questione.
Il consigliere Calvi ha chiesto poi se non fosse il caso di revocare il contratto di Giuseppe Manzi, ma a quanto pare l'ente non è di questo avviso proprio perché si sta ancora valutando un ricorso.