Ieri mattina, ad Ardea, si è riunita la commissione Trasparenza guidata dal presidente Luca Fanco. Con l'assenza del membro di maggioranza Marcello Grillo, il gruppo ha analizzato tutti i punti all'ordine del giorno. Per quanto riguarda l'assistenza educativa scolastica, i commissari si sono impegnati a fornire indirizzi affinché essa possa essere garantita a tutti gli aventi diritto, senza prescindere dalla gravità della disabilità. In più, si vuole garantire il servizio anche a chi ha fatto richiesta della certificazione ed è in attesa di riceverla.
Altro passaggio interessante è stato quello legato alle demolizioni di circa 300 immobili ritenuti abusivi: la commissione ha deciso di chiedere al sindaco Mario Savarese (MoVimento 5 Stelle) di contattare la Procura della Repubblica affinché si possa mettere in atto uno strumento atto a tutelare le famiglie. Sembrerebbe, però, che si tratti di immobili sui quali "pendono" sentenze passate in giudicato e che non hanno ottenuto alcun condono.
Diverso, invece, il discorso dei 706 ettari delle Salzare, ultimo punto all'ordine del giorno della commissione. L'obiettivo dei consiglieri presenti è quello di attivare gli atti che mancano per il passaggio di proprietà dei vari lotti di terreno. Infatti, si tratta di zone demaniali passate nelle mani del Comune in virtù di un recente accordo con l'Agenzia del Demanio dove, nel tempo, sono sorte attività commerciali e quant'altro: una situazione border line che andrà sanata e per la quale, dal pubblico, è stata chiesta la convocazione di una commissione Trasparenza durante cui si parli di commercio e di come funzionano le autorizzazioni per queste attività. Uno dei commissari si è impegnato a chiedere la convocazione in forma ufficiale.