Una commissione d'inchiesta regionale sul servizio idrico integrato in provincia di Latina. A richiederla è il consigliere regionale del Partito democratico Enrico Forte che ha presentato in quest giorni una interrogazione all'assessore Fabio Refrigeri ricostruendo gran parte dell'attività svolta in questi anni dal gestore del servizio idrico nel territorio pontino. Una interrogazione che nasce dalla necessità di fare chiarezza su quanto accaduto in questi anni. 

Nell'interrogazione si legge: "Al fine di istituire una commissione di verifica della intera gestione del bene pubblico da parte di Acqualatina s.p.a. sin dal 2003 e sui fatti che hanno determinato l'interruzione di pubblico servizio da questa ordinato, sulle modalità indiscriminate di interruzione e sulla equa ripartizione delle conseguenze del razionamento, verificando altresì la rispondenza del piano industriale con gli interventi effettivamente eseguiti e la correttezza di tutto l'operato prima con la ordinaria amministrazione e poi nell'attuale fase emergenziale disponendo, se del caso, la nomina di un "commissario ad acta", per garantire l'adempimento degli obblighi previsti dalla legge da parte della società Acqualatina s. p.a. e, di conseguenza, ad attivare tutte le procedure atte ad assicurare la gestione completamente pubblica del Servizio Idrico Integrato dell'ATO4 Lazio Meridionale Latina, sostenendo e assistendo gli Enti Locali in questo passaggio".