Ancora tutto tace sulla questione Palabianchini di Latina. Il consigliere comunale di opposizione Matteo Coluzzi prova a riaccendere i riflettori sulla vicenda dal momento che il 30 settembre prossimo dovrebbero essere completati gli interventi.  "Non sono bastate queste settimane di silenzio totale sulla sorte dell'impianto di Via dei Mille - afferma il consigliere comunale Matteo Coluzzi in una nota - Nonostante le Commissioni Consiliari sul tema, nonostante la conferenza dei Presidenti delle società professionistiche del capoluogo ancora non si è al corrente di quello che sarà il futuro del PalaBianchini. Con i campionati alle porte le società, la tifoseria e la città intera ancora si interrogano sull'effettiva disponibilità della struttura ad una settimana dall'inizio dei campionati. Durante l'ultima Commissione Trasparenza sul tema era stato affermato dalla maggioranza che tutto si sarebbe risolto entro il 30 Settembre, ma ad oggi qual'è lo stato dei lavori? Il tutto senza considerare che questa data, ritenuta non problematica per alcuni commissari di Lbc intervenuti, risulta di gran lunga obsoleta in quanto la preparazione atletica delle squadre è iniziata da quasi un mese. Latina Bene Comune continua ad affermare che la struttura sarà consegnata in tempi utili, ma il "tempi utile" è scaduto già da parecchio. Ad oggi l'ordinanza che consente l'accesso ai soli tesserati non sembra essere stata sostituita da altri provvedimenti. La sicurezza è una priorità e va certificata l'agibilità. Tutto giusto, ma quali aggiornamenti ad una settimana dall'inizio della stagione agonistica? Le società potranno effettivamente giocare davanti al proprio pubblico? Le partite interne, almeno nella fase iniziale, dovranno essere giocate a porte chiuse o ancor peggio lontano da Latina? Nel frattempo emerge anche il malcontento delle società che utilizzano la tensostruttura del PalaCeci , società di pallacanestro che attendono la firma del dirigente e che si sentono rispondere che lo stesso è in ferie. Nella macchina amministrativa è ammissibile che non ci sia un sostituto? In che maniera è assicurata la continuità amministrativa? Sul tema impianti sportivi il silenzio più totale. L'assessore allo Sport non proferisce parola a tal riguardo e nemmeno i numeri interventi, tra cui quelli del sottoscritto, hanno portato ad un aggiornamento ufficiale sul tema. E' doveroso interrogarci su quale sia l'utilità di questa delega dal momento che le realtà che fanno dello Sport uno strumento di aggregazione, valori sani ed appartenenza non sono nemmeno state ascoltate. Altrimenti si sarebbe al corrente delle tempistiche e delle reali necessità delle stesse. Con questi presupposti, qual'è il futuro per lo sport a Latina? Che venga fatta chiarezza nel rispetto della Città, nel rispetto di chi ama lo sport nerazzurro, di coloro che investono ingenti somme ogni anno per portare il nome di Latina sui palcoscenici più importanti dello sport nazionale.