Un lavoro lungo quattro anni che sta dando vita al Libro bianco per la sanità curato dal Movimento 5 Stelle del Lazio. Sabato al circolo cittadino si è parlato di questo e molto altro, con il consigliere regionale Davide Barillari. L'appuntamento è stato organizzato dal meetup Latina in Movimento, che ha voluto centrare l'attenzione sul tema della sanità pubblica. Per i grillini del Lazio la ricetta corretta è quella che vede la sanità pubblica prendersi cura delle persone già quando sono sane, prevendo le malattie.
Hanno partecipato al convegno Davide Barillari, portavoce del Movimento 5 Stelle Regione Lazio, Olimpio Ciarla, cardiologo, Tommaso Del Monte, infermiere 118, Riccardo Guglielminetti, biologo nutrizionista, Pasquale Milo, presidente provinciale Isde medici per l'ambiente. Il sottotitolo del convegno inquadrava il tema principale della discussione: "Dal modello novecentesco, passivo e generalista, a una medicina personalizzata, preventiva e predittiva". Inizialmente è intervenuto il sindaco Damiano Coletta, che in qualità di cardiologo ha voluto dare un breve contributo.
Il cuore del convegno è stata la presentazione di Barillari, che ha illustrato il "Libro bianco della salute M5S", un progetto di intelligenza collettiva che ha visto la partecipazione di quasi 200 professionisti del settore sanità. L'obiettivo finale del Progetto Libro Bianco della Salute è «costruire un modello innovativo di servizi per la tutela della salute e del benessere, cioè un sistema sociosanitario che non solo "curi" la malattia, ma "si prenda cura" della persona sana, fin dai suoi primi mesi di vita, evitando che si ammali».