Eppur si muove. La giunta ha deliberato il tanto sospirato osservatorio sulla Ztl, votato in Consiglio un anno fa. La delibera motiva l'atto dicendo che "Essendo la ZTL ancora un cantiere aperto, l'Osservatorio ha il compito di esaminare i molteplici aspetti legati alla pedonalizzazione, sia pure parziale, del Centro Storico, per evidenziare i punti di forza ed indicare eventuali criticità, segnalati e documentati dalle varie componenti, per passare da una fase sperimentale, ad un progetto complessivo di realizzazione a regime della ZTL". In questa ottica si prevede che l'Osservatorio svolga la sua funzione entro il termine di 12 mesi dalla sua istituzione. Si prevede, nei primi 6 mesi, di produrre un primo report sui dati raccolti, sui punti di forza e sulle criticità. Faranno parte dell'osservatorio: Assessore alla Mobilità o delegato, Comandante della Polizia Municipale, tre consiglieri comunali di cui uno di minoranza, un delegato di Confesercenti, Confcommercio, CNA, Confartigianato, delegati di associazioni di terzo settore, un rappresentante per ciascuna associazione di commercianti "il cui esercizio ricade della Ztl, che rappresenti non meno di 30 esercizi commerciali", il Presidente della Consulta Provinciale di Consumatori. L'Osservatorio si riunirà di massima con cadenza mensile.