Riflettere tutti insieme su un programma che possa unire questi ultimi mesi di consiliatura col prossimo quinquennio, passando attraverso le elezioni e la candidatura a sindaco di Anzio di Candido De Angelis. È questo l'obiettivo che sta perseguendo il primo cittadino neroniano, Luciano Bruschini, che lavora senza sosta alla composizione della nuova Giunta nell'ottica più inclusiva possibile.
In tal senso, ieri (martedì 24 ottobre 2017) era in programma un vero e proprio vertice del centrodestra, all'interno del quale si sarebbe sui programmi da portare a termine e su quelli da mettere in atto in futuro sotto la guida di De Angelis come punta di diamante della coalizione. Secondo il sindaco, infatti, l'unità del centrodestra deve necessariamente passare attraverso una compattezza dei tre partiti principali attorno al progetto: Forza Italia, Fratelli d'Italia e Noi con Salvini. Chiaramente, anche tutte le liste civiche d'area saranno fondamentali: proprio per questo motivo, nonostante sia stato l'unico assessore a non dimettersi (oltre a Roberta Cafà, ndr) la scorsa settimana, anche Patrizio Placidi - referente della Lista Enea, che vanta un consigliere comunale (Donatello Campa) - è stato invitato al vertice e si attende di conoscere la sua posizione. Tornando alla Giunta, possiamo affermare con ragionevole certezza - salvo clamorosi risvolti dell'ultim'ora - che Bruschini si presenterà in Consiglio, nella giornata di domani (giovedì 26 ottobre 2017), senza avere accanto alcun assessore. La nomina del nuovo esecutivo, infatti, avverrà in tempi ragionevoli, ma non sarà il frutto di scelte affrettate, dettate dall'esigenza di dover far sedere qualcuno sulle poltrone. Per il sindaco, a quanto è dato sapere, conta solo riuscire a portare a termine un programma che possa dare slancio al quinquennio che verrà.