"L'intervento del Presidente della Fondazione Roma Emmanuele, cambia completamente lo scenario sul Centro  di Alta  Diagnostica. Oggi il tema non è più se e come farlo, ma è farlo." Lo dice il capogruppo comunale di Fratelli d'Italia Nicola Calandrini che invita dunque l'amministrazione a portare al più presto in aula consiliare il dibattito. "Chiediamo  al Sindaco Coletta  di rompere ogni indugio e venire  in consiglio comunale per attivare quanto dobbiamo al fine di realizzare il centro così come stabilito nell'Accordo di Programma.
Dobbiamo imparare a costruire, questa è un ottima occasione, unica per la nostra Comunità. Noi vogliamo far crescere la nostra città', c'è un modo per farlo che è quello di aprire il Centro  di Alta Diagnostica il prima possibile. Non valgono piu' le consulenze, le paure ed i pareri che in questi mesi si sono  cercati per contrastare una ipotesi di retromarcia della Fondazione Roma.  Il professore Emmanuele  ci ha spiegato che questo scenario non c'è, allora  è nostro dovere attivare le procedure per ottenere il parere favorevole della Regione e completare l'originaria idea aprendo il più rapidamente possibile il Centro di Alta Diagnostica. A nome di Fratelli d'Italia-AN sicuro che anche gli altri gruppi del centrodestra ci seguiranno, chiediamo il confronto immediato in consiglio comunale".