La società De Vizia spa ha presentato un ricorso al Tar del Lazio per chiedere l'annullamento dell'atto con cui il Comune di Latina ha annullato la Gara europea per il servizio rifiuti, quella sospesa per 11 mesi e annullata sulla base di un parere non vincolante dell'Anac, l'autorità anticorruzione. La conferma è arrivata questa mattina in commissione Trasparenza dove si discuteva proprio dell'iter amministrativo che ha portato all'annullamento della Gara europea. A confermare il ricorso pendente è stata la dirigente del settore Gare Daniela Ventriglia, colei che ha firmato l'annullamento. Questo significa che sul futuro del servizio di igiene urbana del capoluogo si staglia minacciosamente il rischio di una battaglia a colpi di carte bollate che potrebbe mettere a rischio anche l'avvio stesso dell'azienda speciale Abc. 

La commissione era stata convocata dalla presidente Nicoletta Zuliani su richiesta del consigliere comunale di Forza Italia Alessandro Calvi, il quale ha ricostruito, carte alla mano, il percorso che ha portato all'annullamento della gara. Secondo l'azzurro il tutto sarebbe viziato dal fatto che la gara è stata annullata con atto del servizio Gare e Appalti ma la determina a contrarre, quella fatta dal servizio Ambiente, non è stata mai annullata. Insomma, al momento negli atti amministrativi del Comune esiste ancora una determina a contrarre per una gara europea per l'affidamento del servizio rifiuti. Ventriglia ha spiegato a Calvi i passaggi che l'hanno portata all'annullamento della Gara per quel che era di propria competenza. Il resto avrebbe dovuto essere spiegato dal dirigente dell'Ambiente o dall'assessore Roberto Lessio, assenti però alla commissione di questa mattina. Il consigliere Calvi ha però anche fatto notare come "gli atti con cui è stata approvata l'azienda speciale Abc hanno il parere tecnico firmato dal segretario generale Rosa Iovinella che, da coordinatrice del gruppo di lavoro, si è di fatto sostituita al dirigente dell'Ambiente. E' normale tutto ciò?". 

La commissione trasparenza tornerà sull'argomento nei prossimi giorni convocando anche gli assessori e i dirigenti oggi assenti.