Che fine hanno fatto i progetti per le rotatorie di via Campo La Mola e del Fiordaliso? Se lo domanda il consigliere comunale Luciano Magnanti, che in qualità di ex assessore ai Lavori pubblici del Comune di San Felice Circeo ha seguito le procedure.
«Vorrei domandare all'assessore ai Lavori pubblici o al delegato che fine abbiano fatto queste due opere già appaltate dall'amministrazione Petrucci. L'iter era infatti concluso e non restava altro da fare che avviare i lavori. Capisco che la nuova compagine sia stata eletta nel pieno dell'estate, quando era impossibile allestire un cantiere del genere. Ma è altrettanto vero che ormai siamo arrivati a fine ottobre».
Il consigliere comunale di minoranza evidenzia poi come si tratti di progetti volti a diminuire il rischio di incidenti su alcuni tratti stradali fin troppo pericolosi. «Quelle opere - dice Magnanti - verrebbero realizzate con i proventi derivanti dalle conciliazioni, il cui uso è stato autorizzato dalla Regione Lazio fino al 31 dicembre di quest'anno. Dopodiché servirà, nel caso, chiedere una proroga come avvenuto ad esempio per il "Ballarin". Come amministrazione - aggiunge - avevamo in programma altre opere pubbliche analoghe quali la rotonda all'incrocio tra via Monte Circeo e via Ovoli e quella tra via Molella e via Monte Circeo, dove l'attuale maggioranza ha ritenuto di installare un semaforo. Ora - conclude il consigliere - mi aspetto delle risposte con i fatti e non con le chiacchiere, perché parliamo di opere pubbliche importanti e della tutela della sicurezza e dell'incolumità dei cittadini».