«La legge ammette, per il sindaco, di espletare due mandati consecutivi. Quindi, in linea teorica e secondo la legge, sarei ricandidabile in quanto questo è il mio primo mandato da sindaco».
Sono queste le parole che il sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, ha affidato alla sua pagina ufficiale Facebook, rispondendo ad alcuni cittadini che, sotto a un post sull'approvazione in Giunta del Bilancio di previsione per il 2018, gli chiedevano lumi sul suo futuro politico visto quanto messo a punto durante i quattro anni e mezzo alla guida della città.
Senza lasciarsi andare ad alcun commento impulsivo nei riguardi del MoVimento Cinque Stelle - che, come si ricorderà, ha indicato in Adriano Zuccalà il prossimo candidato sindaco di Pomezia, visto che Fucci è al secondo mandato da eletto, conteggiando l'anno e mezzo da consigliere d'opposizione -, il primo cittadino usa parole che, a molti, stanno suonando come un'apertura a una sua possibile candidatura in solitaria, magari con una lista civica.
Un'ipotesi al momento remota, ma che comunque non può essere esclusa a priori, nonostante Fucci continui a "voler bene" al MoVimento, chiedendo però un ripensamento delle regole. A tal proposito, rispondendo a un cittadino che auspicava una modifica dei regolamenti pentastellati circa la norma dei due mandati (magari inserendo i dieci anni di vita elettiva completi), il sindaco è stato chiaro: «Lo penso anche io. È opportuno, ragionevole e strategicamente vincente».
Insomma, una situazione politica piuttosto delicata, che soltanto il tempo potrà chiarire al fine di comprendere se la vita politica di Fucci, a Pomezia, stia per terminare in un modo piuttosto inglorioso.