Nel corso della sua ultima seduta, il Consiglio comunale di Nettuno ha approvato la costituzione della commissione di garanzia dei cittadini.
In particolare, sono stati nominati ventiquattro cittadini dai 18 anni in su, estratti a sorte pubblicamente il 26 ottobre scorso: infatti, il Comune aveva ricevuto ben 76 domande per partecipare al gruppo che non avrà poteri decisionali ma che potrà comunque portare all'attenzione dell'amministrazione comunale idee e progetti. A tal proposito va specificato che coloro i quali fanno parte di questo organismo - oltre a non avere alcun rimborso spese, né indennità economica - potranno, anche su impulso di cittadini, comitati di quartiere e associazioni, esercitare delle funzioni consultive e di proposta nei confronti della Giunta, del Consiglio comunale e dell'amministrazione tutta, andando dunque a creare un filo diretto tra gli eletti e i cittadini.
Ecco i membri.
Per il gruppo fra i 18 e i 30 anni sono stati estratti Maria Giovanna Gallina, Mara Mistico, Mariachiara Onori, Irene Umili, Alberto Marco Malagrida, Yuriciro Mennella, Piergiorgio Rosati e Mirko Sannini.
Per il gruppo di persone con età compresa fra i 31 e i 60 anni, invece, sono stati estratti Carlotta Nardini, Barbara Rodo, Angela Giuseppa Russo, Elisa Tempestini, Francesco Ludovisi, Fabio Martinico, Nicola Parente e Pierpaolo Procopio.
Infine, per il gruppo di persone che hanno più di 60 anni, sono stati estratti Angela Branella, Marcella Libriani, Silvana Maltese, Paola Soldati, Orlando Bianchini, Luigi Castrignanò, Leonardo Leonardi e Franco Querini.
Ora, dunque, dopo la formale istituzione, la commissione di garanzia dei cittadini potrà entrare nel pieno delle funzioni.
C'è chiaramente molta curiosità per capire quali saranno i primi argomenti che verranno trattati e come l'amministrazione agirà una volta ascoltati i consigli dei ventiquattro cittadini che fanno parte del gruppo istituzionale.