Anche Valerio Pollastrini si aggiunge ai candidati sindaco in vista delle prossime elezioni di Anzio. Oggi sostenuto dalle liste "Alleanza Civica" e "Ora", Pollastrini fu candidato anche alle Amministrative del 2013 quando, per una manciata di voti, cedette il posto, in Consiglio comunale, a Cristoforo Tontini, allora candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle. «Torno a parlare di politica dopo la presentazione di ‘Ora' - ha spiegato -, quando facemmo appello alle forze civiche per unirsi contro questo centrodestra che ha ridotto la città come la vedete. La mia è una candidatura su solide basi di natura programmatica, con un progetto nato dopo 15 incontri con i cittadini nelle piazze. Cinque anni fa facemmo un programma basato su dati statistici e su questioni sollevate dai cittadini e non dai segretari di partito. Ovviamente oggi verrà aggiornato sui temi attuali e sarà il frutto di un lavoro di molte persone che lavorano sul progetto della città che vorrebbero. Il progetto di ‘Ora' resta aperto e guarderemo nel centrosinistra per armonizzare quel fronte comune in cui continuiamo a credere. Ci sono candidature che nascono su basi diverse, ma non in antitesi e per questo ci confronteremo su tutto, per un interesse superiore. Dal confronto si spera in una soluzione unitaria».

Da gennaio, poi, partiranno degli incontri programmatici, con il progetto di Pollastrini che prenderà definitivamente forma. «Vogliamo una città pensata per i cittadini - ha concluso il candidato sindaco -. Questa attuale è una amministrazione priva di senso fin dall'origine, con Neropolis e Central Park. Con dignità noi proponiamo soluzioni di buon senso che prevedono gare con requisito premiante per chi pagherà il compenso più alto in stipendi. Insomma: soluzioni di buon senso, del buon padre di famiglia».