Grande partecipazione di pubblico, domenica pomeriggio, all'evento organizzato per presentare la candidatura a sindaco di Paolo Felci - referente per Velletri di CasaPound Italia - e della coalizione formata in suo sostegno. Il teatro Artemisio, pieno in ogni ordine di posto e con tanta gente in piedi, ha accolto in maniera entusiastica la nuova discesa in campo di Felci dopo l'avventura elettorale di cinque anni fa, sempre con CasaPound. La manifestazione, va sottolineato, ha visto la presenza di tanti giovani, ma anche gli interventi di persone che si candideranno al Consiglio comunale: tra loro Davide Frasca (già referente per il Blocco Studentesco veliterno), Marco Polverini, Gabriele Rosatelli, Simone Di Silvio, Elisa Salvatelli. In più, hanno parlato alla platea anche i referenti delle altre due liste civiche a supporto di Paolo Felci, ossia "Difendere Velletri" e "Felci Sindaco", rispettivamente rappresentate da Edoardo Baietti (nostro collega e famoso attore) e Marco Rosati. Ospiti d'eccezione Simone di Stefano - segretario nazionale di CasaPound Italia -, Mauro Antonini - candidato alla presidenza della Regione Lazio -, Marco Taurone - assessore allo Sport del Comune di Cave -. Ovviamente, non è mancato l'intervento di Paolo Felci: «La politica deve essere un mezzo per risolvere i problemi dei cittadini e mai un fine o un interesse - ha evidenziato l'aspirante sindaco -. Abbiamo fatto sì che questa comunità fosse il consigliere aggiunto di Velletri. Ci tengo a ribadire che, pur non rappresentando l'istituzione, essendo stati esclusi dal Consiglio comunale nel 2013 per appena una manciata di voti, non abbiamo smesso di pensare alla politica per 24 ore al giorno in questi cinque anni spesi quotidianamente al servizio di Velletri e dei suoi cittadini. E questo fa da contraltare a chi, diversamente, pur essendo stato eletto con fior di voti, in quel Consiglio a malapena si è presentato».