A Carnevale ogni scherzo vale. Il detto è ormai famoso, ma purtroppo - a Pomezia - c'è poco da scherzare in vista delle giornate carnascialesche. Infatti, la Giunta guidata dal sindaco Fabio Fucci - ormai in aperta contestazione con la "sua" maggioranza a Cinque Stelle - ha deciso di dimezzare i fondi a disposizione per gli eventi del mese di febbraio, passando dagli originari 30mila euro a 14mila euro. Il motivo: la mancata approvazione del Bilancio di previsione da parte del Consiglio comunale, con gli atti del documento economico, in special modo il Dup, che lunedì prossimo (29 gennaio 2018) faranno ritorno in commissione Finanze. Una storia delicata, dunque, con la resa dei conti interna ai pentastellati che ha portato, oltre che a dimezzare il Carnevale, anche ad annullare gli eventi già organizzati per San Valentino.

La posizione della Giunta

Dall'esecutivo, nella giornata di ieri (25 gennaio 2018), hanno fatto sapere che dei 30mila euro previsti per finanziare il programma di Carnevale - dall'8 al 13 febbraio – l'amministrazione comunale può utilizzarne solo 14mila: "E' necessario - si legge in delibera - in conseguenza della mancata approvazione del Bilancio 2018 da parte del Consiglio comunale e della conseguente impossibilità di disporre dell'intera somma appostata nel capitolo di competenza e che si intendeva finalizzare a tali eventi, ridimensionare il contributo per la realizzazione del Carnevale Pometino 201", con una somma massima di 14.000,euro".

Di conseguenza, il programma subirà modifiche che saranno comunicate alle associazioni partecipanti.

«Come avevo annunciato - ha dichiarato il sindaco Fabio Fucci - senza la definitiva approvazione del Bilancio di Previsione 2018 non è possibile programmare gli investimenti perché si hanno a disposizione pochissime risorse. Con rammarico siamo stati costretti ad annullare i festeggiamenti per San Valentino e a dimezzare le risorse per il Carnevale. Approvare il Bilancio di Previsione entro il 31 dicembre 2017 ci avrebbe consentito di utilizzare fin da subito le risorse messe in campo per il 2018: come già detto personalmente al presidente del Consiglio, invito ancora una volta il Consiglio comunale ad accelerare i lavori per la definitiva approvazione, al fine di consentire alla macchina comunale di continuare a lavorare a pieno regime come fatto in questi ultimi anni».

La replica del gruppo consiliare

Come ormai sta accadendo praticamente quasi tutti i giorni, la replica del gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle - con una nota pubblicata su Facebook a firma della commissione Finanze -, è arrivata pressoché tempestivamente.

«Le verifiche effettuate sino ad oggi sugli atti propedeutici al Bilancio approvati dal sindaco e dalla Giunta hanno evidenziato alcune criticità - tuonano dal M5S -. Più precisamente, il Documento Unico di Programmazione (DUP) deve essere modificato nelle sue premesse e negli indirizzi politici. Il controllo approfondito dei consiglieri comunali di maggioranza ha dato i suoi frutti, impedendo che l'atto così configurato mettesse a rischio l'approvazione stessa del Bilancio. Abbiamo già provveduto a segnalare alla Giunta, che ne ha preso atto, gli errori riscontrati e abbiamo convocato per lunedì 29 gennaio una specifica commissione in cui verrà affrontata la questione. Stiamo verificando che gli interventi necessari nel 2018 abbiano adeguate coperture finanziarie, nel contempo precisiamo che gli eventi di febbraio potranno comunque essere finanziati in dodicesimi».