«Il nostro campo di azione resta quello di centrosinistra. Non ci nascondiamo, né vogliamo creare spaccature: se ci saranno le Primarie di coalizione parteciperemo con le idee che stiamo raccogliendo e che sono state raccolte da sette anni a questa parte. La gente la ascoltiamo ogni giorno e non la settimana prima del voto. Se non ci saranno le Primarie ci confronteremo con la coalizione di centrosinistra e cercheremo affinità programmatiche, facendo valere la nostra voce».
Con queste parole, l'assessore ai Beni Comuni di Velletri, Sergio Andreozzi, ha annunciato il proprio impegno diretto per le prossime elezioni amministrative, lanciando la nuova aggregazione civica che porta proprio il nome di "Velletri e Beni Comuni". «Questa denominazione - ha spiegato Andreozzi - è quella che ritengo più adatta per il mio proposito: coinvolgere i cittadini, condividere, ascoltare e cercare di realizzare tutte quelle idee che possono essere effettivamente concretizzate. Non è un cartello elettorale che serve a portare voti e sparire, né un'espressione personalistica mirata a eleggere una sola persona. Mi piace invece pensare - ha aggiunto l'assessore - a un cantiere aperto che si rivolge ai veliterni, con un'ispirazione decisamente progressista, seppur consapevole che le proposte fattibili e di qualità non stanno da una parte sola».