Tra i pontini in corsa per il Parlamento Enrico Tiero è quello inserito nella lista più piccola, quella che più di tutte dovrà sudare per ottenere il quorum del 3%. Ma allo stesso tempo è quello che se l'obbiettivo sarà centrato (i sondaggi danno ampio margine in tal senso) ha più possibilità di essere eletto, in quanto i due che lo precedono sono candidati nei collegi uninominali per il centrodestra. «Contrariamente agli altri amici di Forza Italia e Fratelli d'Italia - spiega Enrico Tiero - io ho davanti due candidati che hanno collegi uninominali oltre a candidature in altre circoscrizioni proporzionali. Se lavoriamo bene, possiamo farcela».
Un auspicio, quello di Tiero, che viene suffragato da una legge elettorale come il Rosatellum che nell'assegnazione dei seggi è quantomai complessa. Paradossalmente un piccolo partito come Noi con l'Italia ha più chance nella ripartizione dei seggi rispetto ai grandi partiti che potrebbero soffrire la presenza dei collegi grandi della Capitale. «Nel collegio Lazio 3 del Senato - spiega Tiero - siamo in grado di portare a casa il risultato. Qui in provincia lavoreremo pancia a terra per conquistare un numero alto di consensi che faccia essere la nostra lista provinciale la più alta nel Lazio».
Secondo il coordinatore provinciale di Idea «l'aver ottenuto una posizione di rilievo nel collegio del Senato non era per nulla scontato. E' stato premiato il lavoro svolto in questi anni sul territorio dal sottoscritto e dal nostro movimento. In questo senso non posso che ringraziare il senatore Quagliariello e tutti gli altri leader di Noi con l'Italia da Cesa a Fitto, a Lupi. Adesso iniziamo una campagna elettorale laboriosa che dovrà portare a conquistare il maggior numero di consensi sul territorio provinciale». Infatti, secondo Tiero, l'obiettivo è «prima di tutto ottenere un risultato clamoroso per la coalizione di centrodestra sia alla Camera sia al Senato. Qui a Latina spiegheremo ai cittadini che questo voto ha anche una valenza locale, in quanto serve a ristabilire i valori in campo nella politica. I danni che sta facendo la giunta di sinistra guidata da Coletta e Lbc sono sotto gli occhi di tutti. Possiamo dare un avviso di sfratto a Coletta se otteniamo una vittoria entusiasmante». Dal punto di vista delle cose da fare, Tiero mette al primo posto i temi del lavoro e della sicurezza. «Sono tematiche che porteremo in campagna elettorale: il centrodestra propone una politica fiscale più equa e maggiore attenzione al tema della sicurezza con un maggiore controllo dei nostri confini e potenziamento delle forze dell'ordine. Ma soprattutto sarà la tutela della famiglia ad essere fondamentale: sosotegno alla natalità ed asili nido gratuiti».