Doveva andare via per un impegno e ha temuto che il suo lasciare il Consiglio comunale potesse essere interpretato come un segnale di distanza con la maggioranza. Per questo Gianfranco Sciscione, alleato civico della maggioranza Procaccini e candidato con la lista di Sergio Pirozzi al Consiglio Regionale ha voluto sgombrare il campo in aula la tenuta della maggioranza contro «il chiacchiericcio». E ha detto: «Questa amministrazione andrà avanti fino al 2021. Non siamo d'accordo sulle regionali, ma alle elezioni amministrative abbiamo preso un impegno con la cittadinanza, e va rispettato». Come è noto, Sciscione nel patto elettorale del 2016 era stato designato candidato unico al Consiglio regionale, da appoggiare da parte dell'intera maggioranza. Qualcosa, poi è cambiato. Sciscione ha deciso di seguire Pirozzi nella sua avventura civica, mentre il sindaco Nicola Procaccini, esponente di Fratelli d'Italia, ha deciso, sulla spinta della forte presenza del suo partito in provincia di Latina (con Giorgia Meloni candidata nel collegio) e soprattutto a Terracina, di candidare un suo uomo, nella persona di Luca Caringi, attuale assessore ai Lavori pubblici e candidato più votato alle amministrative. Tanto che sempre da Fratelli d'Italia arriva il candidato alla Camera, il consigliere Maurizia Barboni, che proprio oggi alle 17 inaugura il point elettorale presso il parco commerciale Arene 1 (accanto al Conad).