No a discariche e inceneritori sul territorio. E' questo il monito che arriva dal sindaco di Aprilia Antonio Terra che nell'ultimo Consiglio comunale ha ribadito la contrarietà al progetto di Ecosicura, società che intende realizzare un invaso (per una capacità massima di un milione e 350 mila metri cubi) a Colli del Sole. «Il Consiglio Comunale di ha scritto una pagina politica importante che, ne siamo convinti, segnerà la strada che tutta la provincia pontina dovrà seguire per una corretta e sana gestione dei rifiuti. La nostra amministrazione civica - spiega Antonio Terra - resta fermamente contraria a qualsiasi nuovo piano dei rifiuti che prevede la logica, ormai obsoleta, della gestione integrata dei rifiuti, necessariamente da sostituire con le buone pratiche intraprese nella nostra città attraverso il paradigma ‘verso rifiuti zero'. Un percorso che non si può più rinviare».
Per questo il sindaco Terra rivolge un appello ai rappresentanti dei Comuni pontini, affinché la conferenza dei sindaci in programma il 23 febbraio riveda l'impostazione del nuovo piano dei rifiuti provinciale. «Bisogna virare - il sindaco continua Terra - verso la riduzione a monte della produzione dei rifiuti, e negare ogni pur minima possibilità di ricorrere all'incenerimento o al seppellimento dei rifiuti, e quindi alla necessità di reperire sempre nuovi siti per gli invasi o per realizzare impianti o ampliare quelli già esistenti».