Roberta Cafà resta candidata alla carica di sindaco di Anzio. Lo ha annunciato lo stesso ex assessore nelle scorse ore, a margine dei risultati elettorali delle Politiche e delle Regionali, che hanno visto il centrodestra affermarsi ad Anzio come prima coalizione. «Sono certa che la mia scelta di creare un percorso alternativo per il futuro del nostro territorio troverà ampia condivisione tra i cittadini di Anzio - ha annunciato -. Confermo che, come è sempre stata mia consuetudine, rimarrò fedele a quei princìpi che mi hanno fatto scegliere di procedere in autonomia nella mia candidatura a sindaco della città di Anzio rinunciando, pur di rimanere presente e attiva sul territorio, a molteplici e lusinghiere proposte di candidatura sia alla Regione che alla Camera dei Deputati».

A tali affermazioni non è mancata la replica del consigliere di maggioranza Marco Maranesi: «Roberta Cafà è da vent'anni in politica: voleva a tutti i costi essere il vice sindaco di Bruschini; per 5 anni ha fatto l'assessore, per altri 5 il consigliere comunale e il presidente di commissione. E per 10 anni, non essendo stata eletta, ha vissuto all'interno del centrodestra. Lo dico senza polemica: a sindaco si viene candidati dai partiti politici, dalle liste civiche e da tante persone che scelgono il loro leader. Non ci si autocandida».