Quell'alleanza tra Giuseppe Silvio Belli e Luigi Subiaco tra le file de La Destra alle Amministrative del 2011 non è che un ricordo. Ora il primo, coordinatore locale della Lega ed ex presidente del Consiglio comunale con Tombolillo, non ha apprezzato un granché il ritorno di Subiaco in Giunta. Una nomina che potrebbe creare qualche tensione nel centrodestra.
«La nomina bis di Luigi Subiaco in Giunta - afferma Belli - è probabilmente da leggere nell'ottica delle elezioni provinciali. C'è la necessità, per il sindaco Medici, di garantirsi i voti. Occorre però pure ricordare perché Subiaco fu allontanato dalla Giunta, con una presa di distanza di buona parte della maggioranza dopo gli insulti rivolti dall'assessore all'ex presidente della Camera Boldrini. La Lega - sottolinea più volte Belli - è contraria a questo asse che si sta venendo a formare. Mai con il Pd, ribadiamo, e appoggeremo il sindaco Gervasi. Da queste elezioni provinciali - afferma - si verranno a determinare anche i futuri assetti per le Comunali. Gli esponenti del centrodestra devono giocare a carte scoperte». L'aut aut è abbastanza chiaro. Chiunque dovesse sostenere l'asse istituzionale Pd-Fi, insomma, non sarebbe benvisto dalla Lega in ottica delle elezioni comunali. Mancano però ancora tre anni, che in politica sono un'infinità.