Sanità rifiuti, casa, agricoltura, turismo e non solo. Il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Angelo Tripodi, ha ribattuto punto su punto alle linee programmatiche illustrate la scorsa settimana dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, presentando la sua controagenda. Una serie di progetti e proposte che hanno le province del Lazio e in particolare il capoluogo pontino, al centro dell'attenzione.
Tripodi è partito dalla sanità, tema caldo e molto delicato dalle parti della Pisana. «Il sistema della sanità è fallito, non funziona, le Case della salute non hanno migliorato la situazione e i cittadini sono insoddisfatti. Dobbiamo rimettere in piedi un sistema funzionale, dove il sistema sanitario sia attenzionato dalle persone più che alla politica. Abbiamo una sanità pubblica che non esiste più e che spende milioni di euro per la ristrutturazione dell'ospedale di Latina, mentre si potrebbe fare un ospedale che costerebbe zero con un project financing, già approvato nel 2009 ma incredibilmente dimenticato». Altro capitolo è quello dei rifiuti: «stiamo per chiudere il ciclo dei rifiuti negli Ato per evitare ciò che sta succedendo a Roma - spiega Angelo Tripodi - Il servizio su Roma trova delle grandi pecche, oggi l'immondizia viene trasferita a Vienna e il comune di Roma per questo costa ai cittadini 14 milioni di euro, quando potremmo gestirla nel nostro territorio e abbassare la tariffa. Stesso discorso per la zona di Latina, Priverno. La Regione su tutto questo in questi 5 anni cosa ha fatto? Niente. Sono aumentate le tonnellate dei rifiuti e la differenziata è sempre al palo».