E' stata presentata ufficialmente sabato scorso la nuova guida storico-turistica dal titolo "Aprilia Paesaggi e Personaggi. Souvenir di viaggio", lavoro curato dalle storiche dell'arte Maura Favero e Federica Calandro, i cui contenuti sono stati mostrati in anteprima lo scorso 25 aprile.
Il progetto è stato realizzato con il contributo della Regione Lazio e del Comune di Aprilia. La guida, corredata di una cartolina segnalibro, è nata con l'obiettivo di valorizzare le specificità del territorio apriliano. Il libro, immaginato come un souvenir di viaggio, mira a gettare un ponte tra la Città ed una dimensione culturale internazionale, accompagnando i visitatori in un percorso tra le tracce della storia ed il contesto attuale.

Alla manifestazione hanno preso parte il Sindaco Antonio Terra, l'Assessore alla Cultura Francesca Barbaliscia, il dottor Alessandro Liberati (Area Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili), il grafico Germano Grasso, l'architetto Cristina Sergio, la traduttrice Valeria Tocci, i fotografi Francesco Andrea Mirabella e Gabriele Maschio, Costanza Ravizza Garibaldi (discendente diretta di Menotti Garibaldi), il professore Giovanni Raponi del liceo "Meucci" di Aprilia ed il giovanissimo Alessandro Puglia, idealmente in rappresentanza delle scolaresche cittadine. "Siamo favorevolmente colpiti dal lavoro di Maura Favero e Federica Calandro, due giovani professioniste nostre concittadine – hanno commentato il Sindaco Antonio Terra e l'assessore Barbaliscia – lavoro che permetterà di riscoprire il territorio apriliano e la sua storia da un angolo di osservazione ancora inedito, valorizzandolo e lasciando una traccia indelebile a beneficio di chi verrà dopo di noi. La pubblicazione è il frutto di un importante periodo di ricerca e di elaborazione, l'album dei ricordi di un lungo viaggio rilevatosi utilissimo per conoscere una comunità con le sue storie, le sue tradizioni ereditate da tutte le regioni d'Italia e anche da tante altre nazioni". Alla cerimonia di presentazione hanno partecipato molti degli artisti aprilini che hanno realizzato i quadri della pinacoteca comunale e gli eredi di quelli prematuramente scomparsi.