L'amministrazione comunale ribadisce il secco "no" alla realizzazione della discarica a Colli del Sole, a pochi giorni dalla conferenza dei servizi convocata dalla Regione Lazio convocata per discutere il progetto della società Ecosicura. Martedì 29 maggio infatti il sindaco Antonio Terra e il vice sindaco e assessore all'Ambiente, Alessandra Lombardi, saranno presenti negli uffici via del Tintoretto per ribadire la contrarietà a una proposta che rischia di compromettere il territorio circostante. "In questi giorni – commenta il sindaco Antonio Terra – molti cittadini ci contattano preoccupati, per avere conferma della nostra contrarietà alla discarica. Alcuni dei candidati alle elezioni amministrative del prossimo giugno hanno pensato bene di diffondere notizie false in merito al nostro atteggiamento nei confronti del progetto. Vorrei tranquillizzare i cittadini di Casalazzara e di Colli del Sole: l'amministrazione comunale è determinata a contrastare il progetto con ogni strumento a sua disposizione, come già fatto in questi mesi. Siamo comunque molto fiduciosi che alla fine la Regione darà parere negativo alla realizzazione dell'impianto: l'analisi delle carte (peraltro deficitarie) presentate dall'azienda nonché le numerose opposizioni protocollate ci confortano decisamente in questo senso".


Il Comune di Aprilia ha manifestato da subito la propria contrarietà al progetto, opponendosi alla realizzazione della discarica in tutte le sedi istituzionali. Sono state contestate sia le modalità che il sito scelto e anche l'impatto dell'impianto sulle condizioni già critiche del trasporto locale. "La scelta di realizzare una discarica è sbagliata sotto ogni profilo – continua il primo cittadino – sia a livello tecnico che politico. Oltretutto, come dimostra lo studio epidemiologico divulgato qualche mese fa, il nostro territorio (e in particolare la zona in cui si vorrebbe far sorgere l'impianto) ha un tasso di tumori più alto della media regionale e nazionale. Come massima autorità sanitaria, manifesterò la necessità di respingere il progetto anche in via cautelativa. "Siamo onestamente stupiti – aggiungono gli esponenti della coalizione Aprilia Civica – di come alcuni nostri avversari candidati stiano strumentalizzando la questione, anziché fare quadrato insieme attorno alla netta risposta del Comune. Alcuni utilizzano persino la determina di nomina del tecnico che – tra le altre cose – deve verificare la possibilità di indicare delle prescrizioni, pur mantenendo la contrarietà del Comune all'impianto. La documentazione in questione è tutt'altro che un nostro cedimento alla richiesta di avvio del progetto. Si tratta invece di un atto dovuto, senza il quale l'intero parere negativo alla realizzazione di un'ulteriore discarica sul nostro territorio rischia di essere annullato. I cittadini meritano di sapere che quanti sostengono il contrario o sono del tutto ignoranti in merito all'iter amministrativo oppure mentono sapendo di mentire".