Ernesto Coletta presidente e Gianni Rinaldi vicepresidente. Queste le due nomine avvenute ieri a maggioranza nella commissione bilancio dopo le dimissioni dalla carica di presidente di Massimo Di Trento. Coletta è passato con sei favorevoli di Lbc mentre l'opposizione e l'interessato si sono astenuti. Gianni Rinaldi, eletto vicepresidente, è entrato a far parte ieri di questa commissione, sostituendo Francesco Giri, un turn over funzionale a conferire la carica a Rinaldi. Ernesto Coletta, come Di Trento, è tra gli esponenti di Lbc che in questi due anni ha svolto una funzione di pontiere e di raccordo anche con l'opposizione ponendosi sempre su una linea di buon senso e senza mai travalicare i confini della dialettica politica. E' anche presidente della commissione attività produttive, incarico che lascerà la prossima settimana mentre al suo posto dovrebbe essere nominato Capuccio. A Coletta spetta un incarico delicato e complesso con tutte le incognite che pesano sul bilancio del Comune, probabilmente la ragione che ha spinto Di Trento a lasciare. Un passo indietro che ha fatto discutere, motivato con ragioni personali e lavorative. Ovvero in tutto e per tutto simili a quelle degli altri consiglieri ellebicini che si sono sgravati di qualche compito nei mesi scorsi, a partire da Eugenio Lendaro che aveva scelto di abbandonare il consiglio comunale per impegni di lavoro per finire, con le medesime motivazioni, a Francesco Giri, che aveva invece lasciato il testimone di guida della commissione trasporti la scorsa estate. Ieri anche Calandrini ha fatto cenno ironicamente a questa circostanza chiosando: «Presidente Coletta? Fino a quando» alludendo all'abitudine di molti esponenti di Lbc a lasciare le presidenze