Il nuovo corso di Forza Italia a Latina e provincia inizierà la settimana prossima con la conferenza stampa del gruppo consiliare del capoluogo che farà il punto della situazione rispetto ai due anni di opposizione a Damiano Coletta e lancerà i temi centrali per i prossimi mesi. Un appuntamento che vedrà presente anche esponenti di altri partiti del centrodestra, invitati per l'occasione. La provincia di Latina è una di quelle in cui Forza Italia mantiene percentuali di molto superiori alla media nazionale e dunque la programmazione del futuro, nonostante la straripante Lega, è condotta con estrema serenità. Una delle novità future potrebbe essere la riproposizione a livello locale di quanto già accaduto in Parlamento, ossia il rientro nei ranghi azzurri di quanti erano passati con il movimento Idea di Gaetano Quagliariello. In questo senso il coordinatore provinciale pontino Enrico Tiero non smentisce: «Sarà una scelta che valuteranno a livello nazionale - spiega Tiero - Io personalmente sono favorevole a un accordo con Forza Italia e altri moderati, così da costruire un soggetto politico forte e radicato sui territori».
Al momento siamo ancora lontani da un accordo perché, come spiega Tiero, «è un discorso che stanno valutando i vertici nazionali». Ma i primi passi compiuti in Parlamento fanno ben sperare in questa direzione, ossia quella di un partito che sia una casa per i moderati. Secondo Enrico Tiero la cosa più importante è che «il centrodestra non perda la compattezza e proceda con una coalizione unitaria negli appuntamenti elettorali. Sono felice che l'amico Claudio Durigon abbia ottenuto l'incarico di sottosegretario, poiché può fare bene per la nostra provincia. Non sono un entusiasta del Governo Lega-M5S, ma spero che possa fare bene, nell'interesse del Paese». Nell'ottica del centrodestra unito, Tiero ricorda come «domenica abbiamo due sfide importanti ad Aprilia e Formia e vincerle darebbe a tutti una incredibile iniezione di fiducia». Il coordinatore di Idea conclude ringraziando «le forze dell'ordine e la magistratura che hanno con l'operazione Alba assestato un colpo importante alla criminalità organizzata».
L'ala moderata del centrodestra, dunque, prova a rilanciare la sua azione e la settimana prossima la conferenza pubblica che stanno preparando Giorgio Ialongo, Giovanna Miele e Alessandro Calvi di Forza Italia, segnerà l'avvio di una importante fase politica. L'obiettivo è quello di mettere al centro del dibattito l'opposizione a Damiano Coletta e a Lbc, provando ad animare il confronto con l'indicazione di un'agenda programmatica alternativa che serva a stimolare l'immobilismo della maggioranza civica.