Il faccia a faccia a Toscanini tra i due candidati sindaco, Antonio Terra e Domenico Vulcano, diventa un incontro del sindaco in carica con i cittadini di Toscanini. Per la seconda volta dall'inizio della campagna elettorale in candidato di Centrodestra, che pure a Toscanini aveva raccolto al primo turno il maggior numero di preferenze in tutti i seggi, declina l'invito dei cittadini e del Comitato di quartiere per parlare dei problemi cumulati negli anni dalla zona semiperiferica. Il sindaco uscente Antonio Terra invece non ci ha pensato due volte a presentarsi all'incontro e tranquillizzare i cittadini che il quartiere, qualora dovesse essere riconfermato alla guida della città, non verrà dimenticato. Non risparmia però critiche all'atteggiamento dell'avversario, che in questa vigilia al secondo turno non ha accettato il confronto diretto. 

"Noto con piacere che non sono l'unico ad essere evitato dal mio sfidante, Domenico Vulcano. L'assenza di Domenico Vulcano è in linea con la sua mancata disponibilità ad un confronto pubblico, richiesto da Antonio Terra in vista del turno di ballottaggio di domenica prossima".
Poi però l'attenzione è tornata al quartiere e ai nodi ancora da sciogliere, ma anche alle opere realizzate tra cui figurano la scuola,  orti sociali, gli interventi sulla viabilità, il finanziamento (del valore di circa 1,5milioni di euro) ottenuto appena qualche mese fa, per la riqualificazione di piazza Europa."Non ci nascondiamo di certo il lavoro che abbiamo davanti – ha incalzato il primo cittadino – ma voglio sottolineare, accanto al lavoro svolto in questi anni e alle opere avviate, anche la capacità progettuale che abbiamo saputo mettere in campo in questi anni. È proprio questa capacità il nostro miglior biglietto da visita. La progettualità avviata – ha concluso Antonio Terra – ha però bisogno ora di continuità. La nostra città deve poter portare a termine quanto avviato: per questo vi chiedo di sostenerci in vista del voto di domenica. Il 24 giugno sarà fondamentale andare a votare e scegliere di continuare a crescere, per scongiurare una volta per tutte alla Città di tornare indietro di 10 anni e forse più!".