Lavori di adeguamento del Palabianchini che inizieranno a stretto giro, consegna della Scia anti incendio a settembre e certificazione di agibilità e riapertura del Palabianchini entro metà ottobre. Questi gli step annunciati e le risposte che oggi  l'assessore ai lavori pubblici ha reso in question time all'interrogazione presentata in question time da Matteo Coluzzi. Un tema infuocato, quello della sicurezza del Palabianchini dopo che la Top volley sta valutando di lasciare Latina e giocare in altri impianti come quello di Cisterna, e su cui si sedimentano anni di mancati controlli e sciatteria amministrativa. "Quanto fatto per il teatro va fatto anche per il Palabianchini – ha spiegato Ranieri che è entrato nel dettaglio dei lavori da eseguire: si investirarnno 590mila euro per mettere a norma la struttura con sistemazione delle gradinate, rivestimenti ignifughi su pavimenti e sediolini, faremo un'ulteriore variazione per un importo di 120mila euro a copertura degli interventi di separazione delle utenze e per la predisposizione di una linea elettrica esclusiva per le luci di emergenza, fondamentale per le vie di esodo della struttura in caso di black out".  Da parte sua Coluzzi che ha ripercorso puntualmente l'iter dei finanziamenti e delle opere annunciate e non realizzate dall'ente, ha ribadito "la tristezza di leggere che una eccellenza del territorio è costretta ad andare altrove o sentirsi dire che c'è stato un saggio al Palazzetto e non c'era l'aria condizionata. Capiamo le difficoltà ma bisogna comprendere anche quelle di chi lavora sul territorio e porta il nome di Latina fuori. Nel corso della discussione in aula, l'assessore Ranieri ha informato che il finanziamento richiesto di un milione di euro risulta a momento sospeso".