«Per l'ennesima volta, come spesso accaduto, esponenti di questa maggioranza parlano di decoro urbano e di "bellezza". Con non poco coraggio aggiungerei, alla luce dello stato attuale in cui versa la nostra Città, tra strade infestate da blatte e ratti e la raccolta dei rifiuti che prosegue a rilento con i cestini stracolmi da giorni anche in pieno centro». Lo afferma il consigliere comunale Matteo Coluzzi che prova a riproporre una idea che già mesi fa aveva illustrato con una mozione in Consiglio. 

"Quando si parla di "decoro urbano" molto spesso si dimentica che quest'ultimo dovrebbe essere un qualcosa appartenente all'ordinarietà e non un intervento straordinario. Così come la pulizia delle strade e degli spazi pubblici dovrebbe essere garantito a prescindere, essendo il "termometro" del grado civilità di una comunità - afferma il consigliere comunale di opposizione Matteo Coluzzi -  Peccato che troppe volte ciò non dipende dai cittadini stessi bensì da una classe politica non all'altezza di garantire questo servizio attraverso una gestione dei rifiuti virtuosa. Senza entrare di nuovo nel merito dell'efficienza o meno della nuova Azienda Speciale, è bene ricordare che tale "decoro" è conseguenza diretta di un impegno da parte dell'amministrazione in accordo con la propria gente al fine di preservare i luoghi che vi appartengono. Partendo dalle piccole cose, dalla cura degli spazi e dall'educazione al rispetto degli stessi. Ogni giorno infatti vengono abbandonati indiscriminatamente nell'ambiente urbano rifiuti di piccole dimensioni e tale comportamento risulta essere un'abitudine diffusa che necessita una decisa azione di contrasto.

L'articolo 40 della la legge 28 Dicembre 2015, n.221 è volto a contrastare il fenomeno dell'abbandono nell'ambiente dei rifiuti di prodotti da fumo e di altri rifiuti di piccolissime dimensioni (scontrini, fazzoletti di carta, gomme da masticare, ...), prevedendo il divieto di abbandono di tali rifiuti nel suolo, nelle acque e negli scarichi (e apposite sanzioni pecuniarie in caso di inosservanza) e prevede che i comuni installino nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo.

A tal proposito il sottoscritto, in data 18 Gennaio 2017, presentava in Consiglio comunale una mozione finalizzata ad installare nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale ( piazze principali, vie dalla città con maggior afflusso, luoghi che ospitano particolari eventi aggregativi) appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo al fine di preservare il decoro urbano e salvaguardare la qualità e la pulizia degli spazi urbani.

Tale mozione, approvata all'unanimità dal Consiglio Comunale tutto, è finita nel dimenticatoio. Considerate le difficoltà economiche dell'Ente fu inserita anche la possibilità di "sponsorizzare" determinati raccoglitori da parte dei privati portando dunque insieme, tra pubblico e privato, questa istanza di decoro e di bellezza.

E' mai stato affrontato il tema in commissione dopo l'approvazione del Consiglio? Sono state impegnate delle somme per provvedere all'adempimento della Legge sopracitata? E' stata fatta una manifestazione di interesse per capire gli eventuali interessati? E' stata ipotizzata una campagna di informazione per poter mettere a conoscenza la Città di questa opportunità? Ovviamente no.

Fa ridere il fatto che poi, parlando di ZTL e di Centro Storico, vengano usate da parte di LBC parole come "salotto", "nuovo arredo urbano" e quant'altro … alla luce del fattoche gli impegni concreti presi in questo senso sono finiti già in un cassetto, mentre alla cittadinanza ci si continua a rivolgere con frasi di circostanza e da campagna elettorale".