Che fine ha fatto la proposta per la trasmissione online delle sedute di Consiglio comunale di Pontinia? Non è dato sapere, sebbene agli atti ci siano proposte, solleciti e bozze di regolamento presentati dalla minoranza già a partire da settembre 2016, poco dopo l'insediamento dell'amministrazione in carica. Anche se ad oggi qualche minimo passo avanti è stato fatto: vengono pubblicate le stenotipie delle sedute.
Il primo documento, che porta la firma dei consiglieri Coco, Lauretti e Torelli, esortava l'amministrazione Medici a dotarsi del servizio per ragioni di trasparenza, così da consentire a chiunque di poter visionare e ascoltare le sedute di Consiglio comunale. Niente da fare: il regolamento attualmente vigente non lo prevede.
A quel punto, la proposta è stata quella di rimettere mano al regolamento che norma le sedute di Consiglio comunale, anche perché particolarmente datato e in buona parte pure abrogato. Sono state avanzate delle proposte, ma pure in quel caso lettera morta. La commissione Statuto e Regolamenti, presieduta da Eligio Tombolillo, non si è mai riunita per discutere né del regolamento per il funzionamento del Consiglio, né tantomeno per lo streaming. La Trasparenza può attendere.