La notizia della partecipazione al concorso per un uno dei posti al Comune di Aprilia dell'assessore Francesca Barbaliscia ha sollevato un vero e proprio polverone nel mondo politico. Ad intervenire sul tema sono i responsabili del movimento Aprilia Possibile, che attaccano senza mezzi termini la delegata ai Servizi Sociali e il sindaco Antonio Terra. "La domanda di partecipazione al concorso per uno dei due posti in categoria D1 in Comune da parte dell'assessore Barbaliscia,  che già da assessore alla Cultura aveva votato a febbraio l'approvazione dell'atto con cui si apriva la selezione per i due posti, è a nostro giudizio una scelta in palese conflitto di interesse con l'incarico assunto. Ci auguriamo che la Barbaliscia dia seguito in breve tempo alle dichiarazioni espresse oggi a mezzo stampa, rendendo ufficiale la rinuncia a concorrere al posto". L'assessore ha infatti spiegato che non fosse state eletta avrebbe partecipato, ed a breve formalizzerà la rinuncia. Una rinuncia tardiva per i responsabili di Aprilia Possibile.  "Ha avuto a disposizione sinora 70 giorni di tempo, e nel mentre la graduatoria è stata pubblicata in data 11 settembre. Quanto avvenuto rimane comunque una pessima figura dell'Assessore Barbaliscia e con lei di tutta l'amministrazione. Una vicenda grave, che getta numerose ombre sulle scelte compiute dal Sindaco nella composizione della nuova squadra di governo. La Barbaliscia è stata infatti l'unica esponente della precedente giunta ad essere stata riconfermata nel ruolo di assessore, sebbene in un altro ramo".